Dimmi che lavoro fai.

Non è tanto l’organizzare, ma la sensazione dopo che tutto è stato organizzato. Sono appagata, scossa, rassicurata. Ci metto del mio, la gente mi sembra che lo capisca. Gratificazioni piccole per chi come me è piccolo e non sgomita abbastanza, ma da sempre so che per fare una casa si parte da un mattone – non è una frase fatta ma una grande verità. Ho la fortuna di lavorare e collaborare con persone care, persone vere, alcune umili altre meno, alcuni famosi altri meno, alcuni estrosi altri meno, tutti sicuramente di cuore. Via da me chi un cuore grande non ce l’ha.

Il bello di lavorare con le persone è provare a tirar fuori quello che vogliono dire. ognuno ha da dire cose. Il mio Chef, i miei fornitori, le persone con cui condivido attimi, prima di indossare le loro maschere sono individui, composti certo da molteplici altri individui, ma hanno e danno un senso vero a quello che fanno. Via da me chi lavora senza un credo.

I prodotti che mangiamo e le esperienze che viviamo raccontano di noi tutto quello che bisogna sapere.

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Persone e Personaggi, Stream of consciousness e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...